img 339.3075008
cpscoppiafamiglia@gmail.com
img Via del Maino 10, Rho - Via Cavour 21, Legnano

COUNSELLING

Il termine counselling (o anche counseling) indica un’attività professionale volta ad orientare, sostenere e promuovere le potenzialità del cliente, favorendo un atteggiamento attivo, propositivo e stimolando le capacità di scelta.
Si occupa di problemi connessi alla gestione di difficoltà come prendere decisioni, migliorare le proprie relazioni interpersonali e contestualmente circoscritti (famiglia, lavoro, scuola).

Counselling psicologico

Il counselling psicologico è una modalità di aiuto psicologico di cui ci si serve quando non c’è un vero e proprio disturbo o patologia psichica, bensì una difficoltà soggettiva nell’affrontare piccole e grandi problematiche come ad esempio: comunicazione disfunzionale all’interno della coppia o della famiglia, situazioni di stress, ansia, paura, lutto, presa di decisioni importanti ecc.
In questo contesto il ruolo dello psicologo consiste nell’aiutare il paziente a superare le situazioni di disagio individuale, di coppia o familiare, analizzando sia aspetti psicologici (emozioni, bisogni, desideri…) sia esterni (alcune situazioni contestuali possono essere cambiate).
La consapevolezza  promuove l’individuazione delle soluzioni possibili, potenziando le risorse della persona e accompagnandolo in una crescita personale.
Il counselling psicologico consiste infatti nell’offrire una visione oggettiva a chi versa in una situazione di difficoltà emotiva, e a trovare insieme il modo più adatto per guardare la situazione da un diverso punto di vista. L’accoglienza senza essere giudicati e  il dialogo diretto, basato sull’ascolto reciproco e l’empatia sono le caratteristiche principali del counselling psicologico.

Qual è la differenza fra differenza tra psicoterapia e counselling psicologico?

“Il counselling psicologico interviene sulle crisi e rotture degli equilibri esistenziali che comunemente capitano durante il corso della vita, e per affrontare le quali, in quel momento, l’individuo sente di non avere risorse a disposizione. Si applica anche nel caso in cui vi sia la necessità sia di risolvere problemi specifici che di prendere decisioni complesse (…) ed ha una durata breve, circa 10 incontri. Può anche avere degli obiettivi psico-educativi, nel senso che può essere utilizzato per insegnare modalità che migliorano il modo di relazionarsi agli altri, nel caso in cui sia sufficiente apprendere modalità di comunicazione mai o poco praticate nel corso della vita.
Lo possiamo considerare un grande strumento preventivo perché, sviluppando la conoscenza di sé e delle relazioni e trasmettendo competenze comunicative e relazionali, consente alle persone l’acquisizione di una maggiore consapevolezza di sé stessi e degli altri e una maggiore capacità di compiere scelte consapevoli e di avere un atteggiamento propositivo e responsabile rispetto alla propria vita. Il fine è dunque quello di fornire un insieme di abilità per aiutare le persone ad aiutarsi.
“La psicoterapia interviene sulla psicopatologia (…) per curare sintomi e per ristrutturare la personalità.” (Tratto da: “Psicoterapia o Counseling?” Dr.ssa Silvia Foschetti – psicologa e psicoterapeuta, scuola ASPIC Firenze).
La psicoterapia si costituisce come un trattamento specialistico per la cura della sofferenza psichica nelle sue varie forme (disturbi d’ansia, disturbi depressivi, disturbi della personalità, disturbi alimentari e psicosomatici) ed è calibrato in funzione della specificità della persona, del suo bisogno e della sua fase evolutiva.
La sua durata può variare, a seconda del tipo di orientamento teorico adottato, ma è, in genere, superiore alle 10 sedute (anche nel caso della Psicoterapia Breve) e, nelle situazioni che lo richiedono, può protrarsi anche qualche anno.


Counselling sessuologico

Il counselling sessuologico utilizza le stesse metodologie del counselling psicologico. Attualmente risulta essere un processo per molti casi necessario e meravigliosamente risolutivo.
Offre uno spazio che è, innanzitutto, di accoglienza, dedicato specificamente alle questioni sessuali, in un clima di ascolto empatico, privo di giudizio, caratterizzato da rispetto e accettazione. Ciò permette un’attività di sostegno capace di aiutare individualmente chiunque sia in difficoltà.

Il counselling sessuologico interviene nei seguenti ambiti:

* Sviluppo sessuale dell’età evolutiva;
* Rapporti interpersonali in genere, intergenerazionali e familiari in particolare
* Educazione sessuale;
* Problemi sessuali di coppia;
* Contraccezione;
* Problemi d’ identità sessuale;
* Disfunzioni sessuali maschili e femminili.

Il counselling sessuologico facilita il benessere sessuale.
Dopo un percorso di counselling gli effetti spesso sono: sentirsi più a proprio agio nel vivere la propria sessualità; accettare la propria specifica sessualità come parte naturale della propria vita; sperimentare un miglioramento ed una crescita qualitativa della propria vita sessuale, delle funzioni sessuali e di coppia.


Counselling educativo

Il counselling educativo è un sostegno offerto all’individuo in crescita o divenuto adulto e/o ai suoi famigliari teso a promuovere la piena realizzazione personale.
E’ un percorso formativo finalizzato ad aumentare l’autonomia del soggetto (bambino, adolescente o adulto), attraverso lo sviluppo delle sue potenzialità e capacità affinché possa affrontare adeguatamente eventuali difficoltà o crisi evolutive lungo il fisiologico progredire del ciclo di vita.

Spesso nella fase dell’adolescenza si presentano

* Problemi di ansietà e di stress, legati alla trasformazione del corpo e alle necessità di adattamento agli impegni scolastici;
* Problemi legati ad abitudini malsane come fumo, uso di droghe, alcool;
* Problemi legati all’alimentazione;
* Problemi interpersonali e sociali dovuti a timidezza, insicurezza, contrasti e conflitti con gli adulti;
* Problemi sessuali.

Questi problemi possono dare origine a disadattamento e comportamenti disfunzionali. Il counselling educativo può essere allora uno strumento di intervento che consente di acquisire strumenti utili a prevenire l’insorgere di patologie o di gestire al meglio le situazioni problematiche.
Il counselling scolastico ne fa parte e consiste nell’assistenza fornita all’allievo riguardo all’uso delle tecniche e dei mezzi di apprendimento più adeguati alle sue possibilità e alle sue aspirazioni.
Il counselling educativo interviene nella facilitazione dei processi di apprendimento e nelle strategie di  motivazione per il successo scolastico, utile per lavorare con la demotivazione, l’impulsività e l’autocontrollo nel comportamento iperattivo e disattento.